martedì 8 aprile 2008

Le rondini erano in sciopero...


Sono tornate. Quest' anno non volevano farsi vedere, ma sono tornate. Le ho aspettate tanto, guardavo ogni giorno fuori, controllavo i nidi che mi hanno lasciato accanto alla finestra, ma niente. Ho saputo che erano in sciopero e da queste parti non volevano ritornare, causa mal tempo e traffico aereo. Ma alla fine si son convinte. Non si può lasciare un nido sfitto, con tutti questi piccioni della Tecnonido che speculano. Certo, sarà pur vero che si tratta di mononidi o bilonidi, ma oggi i costi sono saliti alle stelle e valgono oro.

Le rondini portano sempre quella bella ventata di allegria e pettegolezzi, con tutte le storie che hanno da raccontare sui loro viaggi.

10 commenti:

rosy ha detto...

che bello!
Le rondini, parlano della bella stagione, anticipano le belle giornate.

Anche sotto il tetto del nostro palazzo ci sono dei nidi, ma sono sempre più rare o mi sbaglio?

Si dice che una sola rondine non fa primavera...per me si!

Sai che da tempo mi frulla in testa di inventare un racconto?

Forse se la mia idea la do a te, tu senz'altro potrai costruirla.

Ce l'ho tutta in testa ma non riesco a scriverla.

Qualche giorno te l'accenno, se hai piacere!

ciao folletto!

Janas ha detto...

Certo che ho piacere a sentire la storia sulle rondini! Io le adoro, che carine. Quando ero una piccola folletta andavo in un asilo che si chiamava "I rondinotti" e da allora non ho smesso di disegnarle! Poi da quando sono anche mie vicine di casa è una festa continua.
Ciao, saluti al condominio!
Janas

rosy ha detto...

La mia storia non parla delle rondine, ma di una montagna titolo.."Il segreto della montagna"

In un paese, molto lontano e strano,ai piedi della montagna viveva una piccola comunità.
Tutti gli abitanti di seriot sapevano, che la grande montagna, custodiva un segreto.

Il vecchio Parige, da anni era il guardiano della montagna, anche avendo dei figli, dormiva e mangiava in un una grotta, ai piedi della montagna.. era sempre in'attesa, il suo sguardo era serio e non rideva mai.

Seriot, come collana aveva un fiume, la sua acqua era color rubino, e strani pesci lo abitavano.

Un mondo quello di Seriot tranquillo solo in'apparenza.
Cose strane si preparavano in quest'angolo di mondo.

é scema lo so!

Il condominio, ringrazia per i saluti, e ricambia.

Janas ha detto...

Uhm, abbi pazienza che me la studio un po'... è molto interessante soprattutto la colla na di fiume... in pratica la storia l'hai già scritta!!! Sono curiosa di conoscere il segreto.

Ciao, ora scappo un pochino a combinar danni e scherzetti in giro.
Janas

rosy ha detto...

Il vecchio Parige un giorno ritornò a casa i suoi due figli,Guanda, e Cefas
lo guardarono sorpresi e gli chiesero.
Papà com'è che sei a casa oggi?
Il padre, mogio mogio, si sedette su una poltrona, e guardando i figli, scosse la testa.
Dopo un lungo silenzio, con una strana voce cominciò a parlare.
Figlioli, tra poco lascerò questo mondo,ed giunto il momento di parlare della grande montagna.
Ero un ragazzo, mi piaceva gironzolare sulla montagna.
Un giorno, nel girovare incontrai un vecchio, che stava seduto sotto un'albero, aveva una lunga barba era molto, molto vecchio.
Quello che mi colpi di lui furono i suoi occhi, erano strani e luccicavano come il nostro fiume.
Mi fece sedere, iniziò a parlarmi, la sua voce era morbida, calma e vellutata, prese la mia piccola mano nella sua e guardandomi, seiamente mi disse...
vedi questa montagna figliolo, ha un segreto, vieni domani e ti farò vedere.Vedrai cose meravigliose! Non dirlo a nessuno, perchè dopo di me tu, sarai l'unico custode di questo segreto.

Continua....
ciao folletto! Non combinare guai...

Janas ha detto...

Carissima Rosy, ho in mente una cosa carina per la tua storiella...

Anonimo ha detto...

Cara Ale,
il Blog è davvero carino!
Ti lascio una mia poesia follettosa: E' festa, è festa in tutto il mondo, è festa, è festa cari fratelli! Girate veloci il mappamondo, gli esseri umani sono ovunque e aspettano solo il nostro aiuto, finchè un giorno crederanno nella nostra esistenza, fondata sull'amore e non sull'odio, sulla giustizia e non sul rancore, sulla pace e non sulla guerra!
Tvb Danielina

rosy ha detto...

Allora continua tu!

Inventiamo una storia bellissima per i tuoi bambini, che dici?

Ciao! folletto!

Janas ha detto...

Ciao Danielina. Che bella la tua poesia follettosa. Ti voglio tanto bene perchè sei dolce dolce e hai un cuore da folletto dei boschi!!!

Benvenuta ad un'altra follettina, benvenuta Danielina!

Ti aspetto ancora. Tutte le volte che vorrai mi lascerai un tuo messaggio. Ciao

Janas ha detto...

Rosy Carissima, voglio illustrarti la storia. Ti faccio una sorpresa... ma devi concedermi qualche giorno.
Uhm, poi devo anche aggiornare il blog... ho in mente dei lavori fatati... spero che vi piaceranno, amichette mie!
Un bacio